Archivio per mese: settembre 2005

UnConf

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

L’idea, a quanto ho capito, è quella di organizzare una conferenza sull’innovazione web italiana che sia “attiva” ed aperta al confronto quindi una non-conferenzaUnConf. Le menti del progetto sono operatori del settore provenienti da tutta Italia, che provano ad organizzare la cosa tramite Wiki, online.
Tutti possono dare una mano, ecco i dettagli.

via Giuseppe Mayer

Dattilografo

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Quante volte è capitato di innervosirci per l’attesa dovuta a chi utilizza la tastiera con solo 2 dita (gli indici) e il pugno chiuso? Bene, ora possiamo misurarci e consigliare il sito Typing Test! Purtroppo i brani disponibili per la prova sono esclusivamente in lingua inglese, i risultati saranno quindi leggermente falsati in negativo. Ma in ogni caso… buona competizione! 🙂

Update
Come dice Fox -ino c’è anche l’italiano e allora provo subito e do’ il via alle danze:

Nome test: Le mie prigioni
Velocità lorda: 490 CPM
Errori: 9 parole
Velocità netta: 445 CPM
Precisione: 90%

I’m going down down down

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Tra l’altro, sbaglio o sta (molto) lentamente iniziando un’inversione di rotta sul parere positivo generale verso Google? Comincio a leggere sui Newsgroup di gente che preferisce altri motori per svariati motivi (tra cui meno spam e risultati più pertinenti), qualcuno scrive sul suo blog che ha paura di questo nuovo potere. Siamo al giro di boa? Si scende? Gli opinion leader maturano pian piano una nuova idea? Sempre più diffusa la “era il miglior motore, ora non lo è più” quindi succederà quello che è successo anni fa con Altavista?

Inviti GMail

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

So che oramai ce l’hanno tutti eh, ma visto che:

  • per provare GTalk occorre una casella GMail
  • hanno finalmente deciso di aprirla a tutti, ma solo in america
  • e comunque bisogna fornire il proprio numero di cellulare

avviso che ho un centinaio di inviti per chi ne fa richiesta (via mail, please).

Phishing su Banca Fineco

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Credo che sia in corso l’ennesimo tentativo di phishing, questa volta destinato ai correntisti di banca Fineco.
Quindi se avete un conto con Fineco fate molta attenzione alle mail che ricevete e che vi invitano a cliccare su un link che sembra quello della vostra banca (cosa che andrebbe comunque fatta con qualsiasi conto corrente online). Al minimo dubbio chiamate il numero verde e chiedete se la mail è stata inviata da loro, oppure aprite un nuovo browser e digitate a mano l’indirizzo di Fineco (w w w . f i n e c o . i t), lettera dopo lettera. Con questo semplice accorgimento dovreste già evitare gran parte delle truffe.

La mail che gira in queste ore (a me è arrivata alle 15:49 di oggi) contiene tutti gli elementi classici delle truffe chiamate “phishing”:

  • arriva da un indirizzo di Fineco
  • invita a cliccare su un link
  • chiede di inserire i dati di login e (addirittura) il PIN di conferma
  • pone un limite temporale improrogabile per incitare all’azione

Ecco il testo integrale del messaggio truffaldino:

—–
Attenzione. L’urgente rinnovo del sistema di sicurezza di pagamenti!

Egregi clienti della banca internet FINECO. Vi informiamo su ultime novità del sistema di sicurezza della nostra banca.

La rinnovata tecnologia e il nuovo server ci permetteranno ad entrare all’altro livello di sicurezza per i Vostri pagamenti online.

La banca FINECO insiste all’esecuzione obbligatoria della procedura di autenticazione ripetuta per trasferire il più presto possibile la Vostra informazione personale al nuovo più sicuro server della nostra banca.

Per far funzionare il Vostro conto corrente in modo regolare Vi necessita a entrare nel Vostro conto al nuovo server protetto (http://www.finecobanca.net), usando la combinazione Codice Utente, Password e PIN, altrimenti entro 24 ore il Vostro conto internet per la Vostra stessa sicurezza verrà temporaneamente bloccato per far uscire i mezzi finanziari allo scopo di evitare il numero sempre più incremento di assalti “Phishing”
—–

Quindi attenzione, non cliccate né visitate quel sito (anche se con la sola visita non succederebbe niente) perché si tratta Continua…

 Torna su