e-Commerce: poca chiarezza sulle spese accessorie

1.00 avg. rating (53% score) - 1 vote

e-Commerce: la chiarezza è importanteLa prima cosa che mi aspetto di trovare su un sito che vende online è un prezzo chiaro e dettagliato: prodotto + spedizione. Purtroppo questo non capita sempre e, anche se mi sono abituato a cercare asterischi e minuscole note nelle offerte, qualche volta… cado ancora nella trappola (nonostante il tipo di lavoro che faccio e le diverse esperienze di acquisto sul web!).

Mi è successo recentemente: cerco online un prodotto non disponibile nel negozio vicino casa, lo trovo sul sito Giochinscatola.it dove – che fortuna! – è anche in offerta, il prodotto costa solo 9,95 euro e lo aggiungo al carrello.

Vengo portato sulla pagina di riepilogo, ma qui non sono indicate le spese di spedizione (continuando verso la “Cassa” mi obbliga alla registrazione), quindi non conosco ancora il totale del mio scontrino. Così mi rimbocco le maniche e cerco nelle pagine del sito informazioni più precise sulle spese di spedizione, scopro che sono un forfait di 9 euro, consegna in 1 giorno lavorativo, tramite corriere. Bene, torno indietro, mi registro e continuo. Dopo il login il sito mi mostra il riepilogo comprensivo delle spese di spedizione; nella stessa pagina scopro anche la possibilità di rititrare gratuitamente il prodotto presso un “pick-up point” se non ho particolare fretta. Ottimo, io non ho fretta: cerco il punto di ritiro più vicino e opto questa strada azzerando le spese di spedizione (a saperlo prima, grr!). Procedo.

Ora il sistema mi invita a scegliere quale metodo di pagamento utilizzare tra vaglia, bonifico, carta di credito, etc. Desidero pagare con carta di credito, opzione che riporta esattamente la seguente nota:

Carta di Credito/PayPal/Postepay (commissioni +3%)
*** ATTENZIONE X PAGAMENTI PAYPAL VEDI NOTA QUI SOTTO ***

Al termine del pagamento su Paypal clicca su “torna al sito GiochinScatola” per la conferma finale dell’ordine. In ogni caso scriveteci se non ricevete conferma con il Vs numero d’ordine via email da GiochinScatola.it entro 24h

Quindi scopro ora che dovrei pagare il 3% in più sul prezzo del prodotto, cioé 0,30 euro aggiuntivi. Lo trovo ingiusto (ad esempio Banca Sella lo vieta nei suoi contratti, certo con altri scopi, ma tant’è), specie se comunicato a questo punto del processo di ordine, tuttavia decido di continuare lo stesso perché il mio totale è molto basso.

Ricapitolando dovrei spendere: 9,95 di prodotto + 0 di spedizione perché ritiro al pickup point + 0,30 di commissioni. Continuo e arrivo al pagamento vero e proprio, inserisco i dati della carta e concludo correttamente l’ordine come richiesto nella nota. Risultato? Il gateway di pagamento mi addebita 9,95 euro di prodotti + 0,65 di commissioni (non 0,30 come indicato), inoltre Paypal mi carica la carta di credito di 1 ulteriore dollaro per la transazione (anche questo non è menzionato sul sito).

Certo 1,35 euro in più non è nulla, per carità, e sono certo che non ci sia malizia da parte del merchant, ma si tratta comunque di un grosso grosso grosso difetto di comunicazione e di trasparenza. Infatti bisogna tener conto che queste piccole esperienze negative non danneggiano solo il sito in questione, ma l’intero settore, in quanto contribuiscono a creare un’idea sbagliata e negativa di quello che invece è la vendita online. Come se non bastassero la TV ed i giornali…

3 commenti per e-Commerce: poca chiarezza sulle spese accessorie
  1. Antonio Corradi Rispondi

    Strano…
    Sono socio da anni dell’Associazione Consumatori Altroconsumo e sono molto attento a queste cose.

    Io compro regolarmente da GiochinScatola.it e mi sembrano correttissimi, magari fossero tutti così in Italia e nell’e-commerce…

    Comunque non mi pare che su GiochinScatola mi venga MAI addebitata una cifra senza che venga prima confermato l’acquisto.

    Cosa che invece mi è accaduta più di una volta in altri e-commerce, come pochi giorni fa mi è capitato ad esempio su Air Italy dove ho confermato l’acquisto di un biglietto aereo per una cifra X e mi è stato addebitato X+Y senza che mi fosse data la possibilità di annullare.

    Hai provato a contattarli per chiedere chiarimenti ? Magari nel Tuo caso è stato un semplice errore…

    Scrivere qui senza contattare prima GiochinScatola e dargli la possibilità di controllare… questo si che non aiuta il settore!

    P

  2. Antonio Corradi Rispondi

    PS: Il dollaro in più non credo sia un problema di GiochinScatola. Se non sbaglio mi pare che Paypal lo prenda al primo acquisto ma te lo restituisce appena confermi la carta di credito. Ma questo dovresti già saperlo visto che dici di acquistare spesso su web. Anche per questo forse bastava chiedere al venditore…

    Cordiali Saluti
    Avv. A. Corradi

  3. marlenekk Rispondi

    Antonio: ciao e grazie per il tuo stimolante commento. Prima di scrivere il post ho provato a fare un altro acquisto (dello stesso prodotto), per essere sicuro di quello che scrivevo in quanto lavoro quotidianamente con gli e-Commerce. Tramite Paypal avevo gia’ fatto diversi acquisti e non mi e’ stato restituito. Secondo me il gestore del sito doveva scrivere vicino alla scelta del metodo di pagamento che poteva comportare un addebito ulteriore di 1 euro. Idem per le commissioni che, tra l’altro, non credo siano nemmeno applicabili legalmente (intendo una commissione perche’ l’utente sceglie di pagare con carta di credito). Come avvocato ne sai qualcosa di piu’? Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato. Inserisci il tuo nome, la tua mail e il commento.