ebook

Libro e-Commerce: versione e-book (Kindle Store + Edigita) e Autogrill

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Cosa c’entra il libro sull’e-Commerce con un panino Camogli o una Lunotta? In realtà nulla, ma hanno ugualmente iniziato a condividere gli stessi spazi. :-O Da un paio di settimane, infatti, il libro e-Commerce è acquistabile anche negli Autogrill, per allietare l’attesa nelle lunghe gallerie senza 3G.

Libro e-Commerce in versione e-book su Kindle Store

Buone nuove anche per chi aveva chiesto il formato e-book: ora è disponibile! Da Hoepli segnalano la pubblicazione del libro e-Commerce su Kindle Store di Amazon e da gennaio anche su Edigita & co. (UltimaBooks, Mediaworld, IBS, BOL, BookRepublic ecc.).

WhyMCA 2010 live blogging (appunti): Nuovi scenari di sviluppo nel mondo degli eBook

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Nuovi scenari di sviluppo: il mondo degli eBook, Giacomo D’Angelo

ePub, standard indipendente, open. Produrre contenuti per la carta e poi convertirli per gli eBook e’ costoso e sconveniente.

Stealth, utile agli editori (l’unica funzionante in Italia), permette di caricare contenuti e distribuirli automaticamente attraverso API ai sistemi di vendita online e store (web, mobile, ondevice, etc).

Le persone leggeranno, a tendere, i contenuti su un numero di device diversi e sempre in crescita come numero.

Samsung E60, accede in modo libero ad internet (e 3G), non sfruttando piu’ gli store “chiusi”. Per questo motivo l’approccio allo sviluppo su queste piattaforme cambierà a breve.

I produttori di hardware si stanno orientando verso i monitor 6 pollici, con 8 livelli di grigio (scarsa esperienza per gli elementi a colori).

Le applicazioni sviluppate per eBook Reader devono essere legate al miglioramento dell’esperienza di lettura, perche’ si tratta di device che servono quasi solo per leggere.

iPad e’ fantasmagorico, ma e’ un altro strumento rispetto ad un eBook Reader, questi ultimi permettono di ottenere un’esperienza di lettura simile a quella di un libro cartaceo.

Lo schermo eInk ha un refresh/rendering piuttosto lento, quindi le interazioni uomo-macchina, in caso di sviluppo di applicazioni, devono essere limitate.

Nello sviluppo di app per eBook Reader ecco i vincoli legati al web: nessuna immagine dinamica (es. gif, video) o contenuto dinamico (es. ajax), layout fisso senza presenza ne’ utilizzo di scrollbar, pagine sotto 1 Mb, nessun radio button o checkbox.

Peso medio di un file ePub: solo testo 600K-1,5Mb (es. 400 pagine di romanzo), libri illustrati circa 5Mb (es. Touring Club, con diverse immagini per ogni pagina, ottimizzando molto le immagini). Circa il 90% del peso di un ePub risiede nelle immagini.

Lo store di Simplicissumus Book Farm e’ un sito web, ma compliant alle specifiche dei device.

Sviluppo di app stand-alone: lui ha fatto fatica a trovare persone con cui confrontarsi, ambiente pioneristico. L’app dev’essere uniforme all’esperienza d’uso del device: stesso look&feel, stessa interazione, stessa esperienza della libreria.

Amazon Kindle e Onyx Boox60 e Bebook Neo sono alcuni device che permettono di sviluppare applicazioni. Disponibili gli SDK.

Esempio: ambiente di sviluppo per Onyx e’ tipico C++, permette di usare le API e l’SDK relativo al dispositivo.

I libri costano meno del 50% del cartaceo. Tra qualche mese ipotizza che costeranno meno della meta’ della meta’ del cartaceo per via della crescita del volume delle vendite.

La fine dei libri come li abbiamo sempre conosciuti

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Da anni usiamo ed apprezziamo la multimedialità nei contenuti, perché li rende più ricchi, completi e gradevoli, ma fino ad oggi – internet a parte – l’abbiamo trovata solo sui classici CD-Rom. Per ovvi limiti del supporto la fruizione è sempre stata relegata alle mura di un ufficio, di una casa o di una scuola, principalmente a causa della necessità di un computer, nel senso stretto del termine (mai visto qualcuno che consulta un CD-Rom multimediale in strada con il portatile :-D).

Forse la rivoluzione sta proprio nella mobilità. Oggi si parla di un dispositivo ultra portatile – che sia un e-Book reader, uno smartphone o altro – che possa contenere e riprodurre libri in formato elettronico, offrendo un’esperienza d’uso immersiva e di alta qualità. Parliamo di qualcosa simile a:

Pareri eh, per carità. Ma non ci vedo così lontani dal sorpasso, specie con queste premesse. Senza considerare che poi c’è chi, pur apprezzando il supporto cartaceo, si concentra molto di più i contenuti e sulla loro fruizione, chiedendosi se e quanto i nuovi formati saranno in grado di abbattere i costi. Insomma, per poter leggere di più.

E la scuola? Se il concetto di eBook dovesse arrivare tra i banchi sarebbe davvero l’inizio della rivoluzione (sia culturale che economica). Ho avuto modo di parlare con alcuni docenti delle scuole dell’obbligo e sono i primi a dire che, nel caso, lo scoglio più grande sarebbero loro. Per gli studenti, a parer mio, nessuna barriera di ingresso e solo vantaggi. Come non dimostrare curiosità, interesse, memoria e comprensione per l’argomento dopo aver studiato su un libro di questo genere:

Considerata la nuova generazione, che nasce insieme a questa realtà, mi sono lanciato in un pronostico controcorrente : 10 anni per il sorpasso. E qualcuno, ironicamente, me l’ha segnato sul Google Calendar per il 14 aprile 2020.

Che ne dici, meglio Nostradamus?

 Torna su