errori

e-Commerce: 200+1 errori evitabili nel tuo negozio online (prima parte, PDF)

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Sul mio account Twitter @marlenek, sto pubblicando (quasi) quotidianamente uno dei 201 errori che abbiamo inserito nel libro. Si parla degli errori “evitabili” durante lo sviluppo e la gestione di un progetto e-Commerce, sintetizzati in 140 caratteri. 😀

C’è un po’ di tutto, dagli aspetti tecnici a quelli strategici, dalle ovvietà alle finezze. Gli errori sono taggati in 9 categorie: Usabilità, Fiducia, SEO, Strategia, Vendita, Gestione, Architettura, Legal, Stats & adv.

Anteprima PDF gratuito 200+1 errori evitabili nel tuo e-Commerce

Al momento ne ho pubblicati una sessantina, circa un quarto di quelli previsti… puoi seguirmi su Twitter per ricevere gli altri. Se invece vuoi dare un’occhiata a quelli già condivisi, puoi scaricare gratuitamente questo PDF che li raccoglie: 200+1 errori evitabili nel tuo e-Commerce (prima parte).

e-Commerce: 200+1 errori evitabili nel tuo shop (via Twitter)

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

L’anno scorso ho iniziato a raccogliere in un documento alcuni piccoli errori (evitabili) che riscontro con frequenza negli e-Commerce dove mi capita di acquistare o che seguo per lavoro.

Questo elenco Рad oggi ancora in aggiornamento Р̬ diventato poi il capitolo 15 del libro e-Commerce. Una serie di micro-consigli, tanto brevi quanto pratici, su vari argomenti:

  • Architettura
  • Fiducia
  • Usabilità
  • Vendita
  • Gestione
  • Statistiche e pubblicità
  • Strategia
  • Legal

I 200+1 errori? Li trovi su Twitter!

Da oggi inizio a pubblicare 1 errore al giorno su Twitter, canale che si presta benissimo al concetto “pillola” sintetica sull’argomento. E se anche il tuo shop nascondesse qualcuno di questi errori? Per scoprirli tutti basta aggiungere il mio account @marlenek su Twitter e iniziare a ricevere gli aggiornamenti (che invierò solo lì).

Segui @marlenek su Twitter

Il primo errore è… nello stream di @marlenek su Twitter, ovviamente con hashtag #ecommerce . 😉

PS: se pensi sia utile, aiutami a diffondere l’iniziativa con un ReTweet o un link a questo post. Grazieee

Google Shopping: prodotti in attesa di revisione

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Google Shopping è un comparatore di prezzi gratuito di cui ho parlato un paio di volte sul blog. I servizi offerti da Google Shopping sono un’opportunità da cogliere per chi gestisce un e-Commerce perché e a fronte di un minimo sforzo si possono ottenere gratuitamente visitatori molto interessati (i prodotti, inoltre, compaiono nella S.E.R.P. evidenziati da un’immagine).

I prodotti di Google Shopping tra i risultati delle ricerche su Google

Pubblicare i prodotti su Google Shopping è molto semplice: basta registrarsi su Google Merchant Center e indicare il feed che esporta le schede prodotto (qui le istruzioni e le specifiche sul feed prodotti).

In attesa di revisione

Dopo aver indicato l’indirizzo del feed, un sistema automatico avvisa di eventuali problemi tecnici legati a imprecisioni o dati mancanti. Gli errori più comuni sono la lunghezza minima e massima del testo, i nomi dei campi coerenti con la lingua del sito ecc.
Poi, quando il feed risulta in linea con il formato richiesto da Google Merchant Center, i prodotti vengono messi nello stato “in attesa di revisione e qui iniziano le ansie dei merchant e dei developer. 😉

Elenco prodotti approvati per Google Shopping

Per gestire gli errori che non vengono individuati dalle macchine, infatti, c’è il revisore umano “obbligatorio”. 🙂 Ecco un estratto della mail arrivata a un merchant, dopo alcune settimane dalla sottomissione a buon fine del feed e con tutti i prodotti “in attesa di revisione“:

…abbiamo rilevato alcuni problemi con i tuoi articoli:

1. Prezzi errati
2. Accesso richiesto

Problemi:

1. Prezzi errati

Il prezzo di uno o più articoli nel tuo feed di dati non coincide con il
prezzo trovato nella pagina prodotto del tuo sito web. Aggiorna il feed
per assicurarti che tutti i prezzi indicati coincidano con i prezzi
visualizzati nelle pagine prodotto. Per evitare questo problema,
assicurati di aggiornare il feed ogni volta che modifichi le informazioni
sui prezzi sul tuo sito.

2. Accesso richiesto

Gli URL indicati nel feed rimandano a pagine che richiedono agli utenti di
inserire informazioni per poter visualizzare informazioni dettagliate su
un articolo. Per garantire ai nostri utenti la migliore esperienza di
ricerca possibile, non possiamo inserire articoli che sia possibile
visualizzare soltanto eseguendo l’accesso. Visita la pagina all’indirizzo
http://www.google.com/support/merchants/bin/answer.py?hl=it&answer=188484
per verificare che tutti i tuoi articoli siano conformi al Regolamento del
nostro programma e rimuovi dal feed gli eventuali articoli che violano le
nostre norme.

Dopo aver risolto i problemi, aggiorna il feed. Se utilizzi la funzione di
pianificazione, ti consigliamo di caricare manualmente il feed corretto.
Dopo avere risolto i problemi segnalati relativi a tutti i tuoi articoli,
rispondi a questa email. Provvederemo a rivalutare gli articoli per
inserirli in Google Shopping.

In Italia, per adesso, è ancora prevista una revisione manuale delle schede prodotto da parte di Google, come se qualcuno dovesse analizzarle singolarmente per approvarne la pubblicazione su Google Shopping. Forse per questo i tempi risultano piuttosto lunghi, in alcuni casi addirittura 30 giorni e oltre.

Insomma non c’è da preoccuparsi, ma solo da aver pazienza (ah, in questo senso risulta irrilevante la frequenza impostata per l’aggiornamento del feed) e sperare che con l’aumentare dei negozi interessati venga introdotta una procedura completa e automatica.

Il tuo negozio è presente su Google Shopping?

I 10 errori nella progettazione di un blog

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Il guru dell’usabilità (estrema) Jakob Nielsen scrive a metà ottobre un articolo sui 10 errori più frequenti in un blog, li riassumo qui:

  1. Nessuna biografia dell’autore
  2. Nessuna fotografia dell’autore
  3. Utilizzare titoli dei post poco descrittivi del relativo contenuto
  4. I link non sono indicativi delle informazioni a cui portano
  5. Non linkare i vecchi post interessanti, rendendoli di fatto poco visibili
  6. Utilizzare il calendario com unico metodo di navigazione nei post
  7. Mantenere una frequenza di pubblicazione irregolare
  8. Mischiare gli argomenti dei post, ottenendo un blog pluritematico
  9. Dimenticare che ogni paroal scritta sul web rimane a futura memoria nella cache dei motori di ricerca
  10. Avere un indirizzo URL legato ad un servizio di terzi come Blogger, Splinder, etc

L’articolo completo:
Weblog Usability: The Top Ten Design Mistakes (in inglese).

FS: Facciamolo Strano! Il sito, ovviamente…

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

FS onlineIl sito Trenitalia.it fa veramente c-a-g-a-r-e! Ci sono un’infinità di imprecisioni ed errori che, seppur banali, in un sito di queste dimensioni e importanza non dovrebbero comparire. Insomma: il testing è una sana procedura che probabilmente non è stata eseguita a modo. Per non parlare di usabilità.

  1. La entry page è inutile, ancor meno utile l’utilizzo di Flash per darmi il benvenuto multilingua
  2. Se proprio volete fare la entry page almeno scrivete il vostro nome correttamente nell’alt del logo (ora è “FS Trentialia”)
  3. I frame sono proprio scomodi da usare nonché più difficili da indicizzare e da rendere compatibili sui vari browser
  4. Se nel popup promozionale clicco su “Acquista adesso il tuo biglietto on-line!” abbiate la decenza di chiudermi automaticamente l’odiosa finestrella invece di lasciarla in primo piano
  5. Non fatemi registrare inutilmente: voglio solo sapere se ci sono ancora disponibilità per la promozione!
  6. Il logo in alto a sinistra non è linkato alla Home Page
  7. Nei popup di Aiuto le barre orizzontali dell’intestazione si possono evitare e con esse l’inutile barra orizzontale di scorrimento
  8. I colori delle gif diverse volte non sono uguali allo sfondo
  9. Il prezzo è sempre nascosto nella freccetta rossa… metterlo subito visibile o nella pagina che appare dopo aver cliccato sul carrello, no eh? Per alcuni treni (es. ICN o Espresso) cliccando sulla freccetta rossa appare una scheda descrittiva, ma non viene mostrato il prezzo. Gentilmente la pagina recita “Se questa soluzione ti soddisfa, clicca su Prezzo” in relazione ad un pulsante apposito. Dopo aver cliccato viene richiesta l’autenticazione, ma non viene mostrato il prezzo
  10. Nel servizio di biglietteria on-line mi viene comunicato “Tramite questo servizio puoi prenotare e acquistare biglietti ferroviari Trenitalia, tutti i giorni dalle 6:30 alle 23:30” la comodità di Internet, no? Acquisti 24/24 ore

Non ho voglia di andare avanti, a meno che non mi paghino eheh, ma di certo tutto questo ha inibito la mia registrazione al sito… continuerò ad utilizzarlo come ho sempre fatto finché non sarò obbligato dagli eventi o dalle necessità 🙂

 Torna su