google

Voglio essere in prima pagina su Google!

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Riflettevo da un po’ su questa cosa: ormai non c’è cliente che non concluda l’incontro con un “dobbiamo essere in prima pagina su Google” o un surrogato a piacere.

ClassificaIn pochi pensano agli obiettivi del sito, a quello che vorrebbero ottenere con i visitatori o alla qualità dei contatti. Credo che questo sia indice di un approccio superficiale, poco orientato ai risultati e più votato allo sterile apparire migliori degli altri. Non si tratta di scegliere tra brand, vendita, presenza… bensì di un banale disguido la cui chiave di volta è lì, in bella vista, ancorata a quella semplice parola: “primo”.

Posizionarsi in prima pagina non può essere lo scopo, ma al massimo il mezzo (uno dei tanti, peraltro). La richiesta di un buon imprenditore, secondo me, dovrebbe essere simile a “voglio ottenere 1.000.000 di visite in un mese” oppure “voglio ricevere 5.000 mail all’anno di persone interessate a” o ancora “voglio raddoppiare le vendite online di”. Il resto vien da se’.

Probabilmente alla base di tutto ci sono anche le mirabolanti promesse delle agenzie, ma dopo l’iniziale offuscamento una mente pensante può e deve uscire da questa logica. O no?

FON: le nuove mappe

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

I ragazzi di FON hanno completato lo sviluppo delle nuove mappe basate su Google Maps e bisogna dire che, questi sì, sono davvero avanti.

Ora è possibile cercare i Foneros di tutto il mondo, o meglio, gli Access Point messi a disposizione da chi partecipa al progetto FON. Tramite un modulo si possono cercare per CAP, indirizzo, nazione, comune ed anche utilizzare dei filtri avanzati per scegliere cosa mostrare e cosa no. Ovviamente la posizione degli Acces Point viene definita sulla mappa in maniera precisa, così che sia possibile avvicinarsi ed usufruire del servizio.

FON: online le nuove mappe

Finalmente si riescono a distinguere i Foneros registrati da quelli che invece tengono acceso il router, di conseguenza si possono conoscere tutti i punti di accesso reali, evitando spostamenti in direzione di quelli non attivi. Purtroppo l’indicatore di attività si aggiorna con un ritardo di 1 ora, ma è già un bel passo avanti.

Inoltre nel dettaglio si può vedere il raggio di copertura stimato per ogni Access Point attivo ,anche se non ho ben capito come possano ipotizzare la qualità del segnale (forse in base al piano dell’edificio a cui hanno consegnato l’Access Point). Si tratta comunque di un’informazione molto utile per scegliere, dove possibile, a quale punto avvicinarsi nella speranza di ottenere una buona ricezione. Altra funzionalità simile è la possibilità di cercare un Access Point attivo nelle vicinanze di una zona identificata.

Ma sopratutto trovo geniale la possibilità di scaricare l’elenco geografico degli Access Point per inserirli nel navigatore GPS come POIs (cioè Point Of Interest), così facendo saranno sempre disponibili per ogni necessità di collegamento.

Trovo un po’ scomodo invece il caricamento necessario dopo qualsiasi spostamento sulla mappa, caratteristica che ne rallenta la gestione. In compenso ho visto che Milano è davvero tempestata di Foneros!

FON: router wi-fi a 1 euro

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

FON - La più grande community wi-fi del mondoNuova offerta di FON valida fino a domani 8 giugno alle 12:30: il FON Social Router a solo 1 euro e senza spese di spedizione (il pagamento avviene tramite Paypal)! Proprio una ghiotta occasione per chi desidera diventare Fonero ed abbracciare la filosofia del movimento FON, ecco ad esempio gli italiani che hanno già aderito.

Per maggiori informazioni c’è il blog ufficiale nella nostra lingua curato da Stefano Vitta.

Google preferisce i feed

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Quando ho pubblicato la nuova grafica di questo blog, che comprende il mod rewrite, mi sono dimenticato di inserire la traduzione degli URL dei singoli post nel Feed RSS e nel Feed Atom. Bene, ieri ho controllato su Google se il mod rewrite avesse già dato qualche risultato e… nulla, i post non erano ancora stati indicizzati (ho controllato solo gli ultimi 10).

Poco fa ho riprovato, ma anche questa volta senza risultati positivi. Allora faccio un’ultima verifica cercando i miei post su Google con alcune parole chiave e… bum, trovati! Ma attenzione, noto che l’URL indicizzato è ancora quello con gli ID (tipo articolo.asp?articolo=123), anche per i nuovi post.

Quindi da dove viene? Come ha fatto Google a recuperare quell’indirizzo? Ho ricontrollato tutti gli script e scopro di aver dimenticato solo i due feed. Quindi deduco che Google indicizza meglio/prima i feed rispetto alle pagine che compongono un sito.

Qualche esperienza simile?

Google riconosce il singolare/plurale

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Stavo cercando su Google una funzione in ASP che mi permettesse di effettuare il confronto completo di due testi mostrandomi le differenze, sulla falsa riga di come fa UltraEdit 32. E mi sono accorto per caso che tra i risultati comparivano pagine con le parole singolari o plurali indipendentemente da quello che avevo digitato (forse solo quando non vengono trovati altri risultati). Date un occhio qui e qui, facendo attenzione alle chiavi utilizzate per la ricerca… non si finisce mai di imparare! 🙂

E a proposito di “imparare”: qualcuno mi suggerisce un metodo per fare il confronto come si deve? Non sono mica riuscito a trovare nulla di buono…

1 2 3  Torna su