inflazione

e-Commerce e barriere non tariffarie: succede in Argentina (e Russia)

4.00 avg. rating (83% score) - 1 vote

Il Governo argentino introduce complicate e onerose “barriere non tariffarie” per gli acquisti online da e-Commerce esteri, con la speranza di limitare l’inflazione e il deflusso di capitali verso altre economie.

Controlli sui pacchi, documenti e burocrazia, limitazioni sui prodotti, soglie massime di acquisto ecc. sono alcuni degli esempi. Nello specifico gli argentini che desiderano ancora comprare online dai più economici negozi oltre confine dovranno:

  1. versare il 50% del prezzo finale al fisco (oltre i 50 $ annui di acquisto);
  2. ritirare i prodotti presso un ufficio doganale;
  3. compilare una documentazione dettagliata per ogni pacco ritirato.

E se accadesse in Italia? 🙂

Credit immagine: Latlink.

 Torna su