servizio

Videoregistrare via web

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Era tempo che non trovavo un servizio che mi lasciasse a bocca aperta e questo, nella sua estrema semplicità, mi ha stupito. Si chiama Faucet e permette di videoregistrare un qualsiasi programma TV o radio dal web, gratis.

Il funzionamento è quasi banale: ti registri al sito, scegli il canale tra quelli disponibili (es. Canale 5, LA 7, Rai, etc), imposti l’orario, salvi e aspetti. Puoi anche configurare alcune opzioni avanzate come la frequenza (per registrare un programma che va in onda ogni giorno alla stessa ora) o il formato di file e la qualità con cui vuoi salvare la trasmissione, mica male eh? Qualche minuto dopo il termine del programma Faucet rende disponibile un link per scaricare il file ad un’ottima velocità di download. Provatelo e poi mi saprete dire… finché dura.

L’interfaccia e la grafica risultano ancora molto basilari, ma il servizio funziona perfettamente e la qualità è proprio buona… insomma potete mettete da parte vhs, dvd e cassette: da oggi la tv e la radio si registrano online!

Grazie al blog di Davide Salerno dove ho trovato il link.

Promuovi i tuoi post

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Se curi il tuo blog con lo stesso amore che dedichi alla mamma, saprai bene quanto questi piccoli siti siano apprezzati dagli spider. Ciò nonostante puoi fare ancora di più per indicizzare al meglio i tuoi post sui motori di ricerca ad esempio partendo dalla semplice segnalazione del tuo blog (e feed) ad alcuni servizi all’uopo. Eccone alcuni:

  • Googleblog link
    Per entrare nell’elenco dei blog indicizzati occorre pubblicare un feed e pingare un qualsiasi servizio di aggiornamento come KingPing che riporto in fondo a quest’elenco.
  • Blogbabel link
    Si tratta di una classifica di blog italiani, ma è ben posizionata sui motori e offre servizi di analisi interessanti, per iscriversi occorre pubblicare un feed e compilare questo modulo di richiesta.
  • Technorati link
    Il servizio a tema più famoso al mondo. L’iscrizione non necessita la pubblicazione di un feed, ma per sfruttare al meglio le caratteristiche di categorizzazione bisogna associare dei tag ad ogni post, secondo una sintassi specifica.
  • OKNotizie link
    Un servizio tutto itailano per la segnalazione delle notizie più interessanti pubblicate sul proprio blog, i lettori del sito provvederanno poi ad esprimere il loro gradimento che aumenterà o diminuirà il livello di interesse, e quindi visibilità del post. Occorre registrarsi e segnalare manualmente ogni post.
  • Wikio link
    Molto simile alla logica di OKNotizie, anche in questo caso occorre registrarsi.
  • KingPing link
    Uno dei tanti servizi gratuiti che si occupano, su specifica richiesta, di segnalare l’aggiornamento del proprio feed ad un numero più o meno ampio di siti di archiviazione e indicizzazione per la blogosfera. La segnalazione di un blog in questi network comporta in automatico l’indicizzazione da parte di Googleblog.

Io li uso da tempo e a questo punto il consiglio è di iscriverti subito ed utilizzare i siti indicati (in particolare i primi due): si tratta di procedure semplici e gratuite, ma che ti permettono di ottenere buoni risultati in breve tempo. Qualche altro link simile da suggerire?

Review Me: Hotel Reservations

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Mi sono iscritto al servizio Review Me di cui hanno parlato, nel bene e nel male, in molti proprio qualche settimana fa. Ieri mi è arrivata una mail in cui mi si chiedeva la prima recensione, la procedura è: leggi la richiesta, butti un occhio al sito, se ti va partecipi, altrimenti passi. Nel mio caso si tratta di un sito per la prenotazione di camere d’hotel chiamato Hotel Reservations ed ho deciso di provare incuriosito dallo strumento e dai possibili sviluppi futuri. La richiesta dell’advertiser è di provare il loro sito, guardare il catalogo, i prezzi, etc e dare il mio parere parlando di questo servizio, con minimo 200 parole. Allora mi sono dato da fare e credo andrò ben oltre il minimo richiesto. 😀

Prima di tutto ho guardato il sito (che funziona perfettamente su Firefox ed Explorer) da cui, deformazione professionale, mi saltano subito all’occhio le imperfezioni di usabilità, ad esempio ho subito provato a cambiare lingua utilizzando le bandierine di sinistra scoprendo che non sono cliccabili e che il riquadro “Web Site in Your Language & Currency” (il sito web nella tua lingua e nella tua moneta) non prevede la lingua italiana nonostante sia presente la bandiera. Fortuna che leggo discretamente l’inglese, ma mi chiedo in Italia chi potrà utilizzare un sito solo in lingua anglofona, ad eccezione delle aziende. Mentre la sezione “Hotels” rimane in lingua, le seguenti sezioni “Cars”, “Flights” e “Vacation Rentals” sono parzialmente tradotte, tuttavia inserendo nei moduli “Firenze” invece di “Florence” non viene trovata la città né proposto alcun risulato alternativo.

Hotel Reservation - Un sito (in inglese) per la prenotazione di voli e hotel

Provando a cercare un Vacation Packages, cioé viaggio+hotel ad esempio da Milano a Roma per gli ultimi giorni di quest’anno trovo diverse possibilità (ma non so quante perché la paginazione mi indica solo “Prev” e “Next”) che posso ordinare in alfabetico oppure in base a prezzo, città e stelle. I prezzi sono espressi in dollari. Scegliendo di acquitare un pacchetto si può personalizzare l’offerta con servizi aggiuntivi i cui prezzi sono chiaramente indicati. La scheda dell’hotel prevede diverse informazioni tra cui la posizione geografica precisa nella città, i servizi che si possono trovare nelle vicinanze, i servizi dell’hotel, tariffe e descrizione delle varie stanze disponibili, alcune foto, il parere degli utenti (espresso in voto) per servizio, condizioni, pulizia e comfort.

Come si presenta il catalogo di Hotel Reservations

Ora si può procedere all’acquisto, a quanto pare di 1 prodotto per volta, ad esempio avendo necessità di 2 notti in 2 hotel diversi mi sembra che sia necessario inoltrare 2 ordini. Lo step successivo offre l’acquisto di un’assicurazione facoltativa e tutta una serie di opzioni per il pacchetto come il noleggio di auto, cene in ristorante, visite guidate per i luoghi turistici, etc. Per procedere con l’ordine occorre registrarsi al sito, fortunatamente con poche informazioni quali: nome, cognome, userid, password e mail (non c’è il double opt-in visto che una volta forniti i dati sono stato subito riconosciuto). La pagina seguente richiede l’inserimento dei dati per il volo e per l’hotel: nomi dei passeggeri, telefono e numero di passaporto, preferenze per il pranzo o per l’assistenza. Infine la pagina di riepilogo molto dettagliata e precisa, comprende oltre al prezzo finale anche il regolamento e le limitazioni (penali, etc). Ultimo passaggio, in HTTPS, per selezionare come ricevere i biglietti ed il materiale, ma sopratutto per il pagamento, previsto solo con carta di credito (con la possibilità di dividere la somma su due carte).

Poi per curiosità ho provato a chiamare telefonicamente il call-center. Via Skype non sono riuscito ad utilizzare nessuno dei numeri gratuiti indicati (nemmeno dal telefono fisso, a dire il vero), allora ho provato con il 001-817-3335105 a pagamento (8:51 minuti totali per 0,187 euro, santo voIP! Anche se potrebbero mettere un account Skype da chiamare grauitamente a buona qualità). Ho fatto tre telefonate, parlando con persone diverse:

I log delle chiamate Skype al call-center di Hotel Reservations

Matt mi dice che c’è una “wrong connection” e che non mi sente bene, chiedo se c’è modo di parlare con un italiano, ma sembra di no, dice che eventualmente mi può passare qualcuno per il francese e per il tedesco.

– un’operatrice, di cui non ho capito il nome nonostante la qualità della telefonata fosse di gran lunga migliore della prima, mi dice che non ci sono italiani, le faccio presente che sul sito è indicato un numero per l’Europa (in cui viene indicato anche Italy come paese chiamante), ma mi spiega che i numeri indicati nella pagina Contacts del sito vengono redirezionati sempre a questo call-center.

– con James invece faccio finta di voler prenotare un hotel (chiamando questo numero è possibile accedere a due opzioni: la prima per nuove prenotazioni, la seconda per modifiche o informazioni su prenotazioni già inoltrate.). Mi chiede nell’ordine la città, la data di arrivo e di partenza, rooms, se ho cani, quante persone, il nome dell’hotel. Chiedo se dovrò lasciare il mio numero di carta di credito al telefono e mi dice di si, se voglio usare questo metodo, altrimenti c’è il sito. Insomma è stato molto gentile e comprensivo, considerata la chiamata via Skype e il mio inglese!

Detto questo mi aspetto che il destino mi presenti il conto e che il santo protettore degli operatori di call-center mi si rivolti contro nelle prossime ore con una maledizione che neanche Tutankamon! 😀

Ok, termina qui la recensione di questo sito, ovviamente questo post è stato sponsorizzato da Review Me.

Google Reader: perdita di connessione

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Utilizzando Google Reader con Explorer mi capita sempre più spesso di perdere il collegamento al servizio. Ho notato che basta utilizzarlo per poco, passare la finestra in secondo piano (o ridurla a icona) e infine tornare sul Reader. Dopo 2-3 pressioni del tasto “J” per procedere con la lettura dei post ed ecco l’errore dentro una striscia rosa: “Oops…an error occurred. Please try again in a few seconds“. Riesco a riprodurlo praticamente sempre, su tre PC diversi, suppongo quindi sia un bug. Succede anche a voi?

Fortuna che ho installato RSSOwl, bellissimo (scoperto grazie a questo post di Simone).

Google Reader

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Oggi ho provato Google Reader (beta) dopo aver letto diversi pareri che lo definivano un servizio mediocre In gran parte mi sento di confermare visto che non mi ha entusiasmato, tuttavia ci sono alcune funzionalità davvero comode.

Chi dispone di un account GMail può utilizzare gli stessi dati per il login, risulta quindi comodo avere diversi servizi accessibili in maniera centralizzata da un unico account. Al login mi accorgo di un bug Java Script grazie al debug degli script attivo nel browser: cliccando sui pulsanti di navigazione quando il Feed Reader è vuoto, si riceve l’errore seguente:

Bug Javascript in Google Reader - Clicca per ingrandire

Molto comoda la possibilità di importare elenchi di Feed esterni, scomodo e macchinoso l’unico metodo di sottoscrizione feed, ovvero l’inserimento manuale “1 ad 1”; inoltre le operazioni di iscrizione e cancellazione da un Feed non avvengono in tempo reale ma dopo diversi minuti, senza avvisare l’utente.

L’interfaccia è molto semplice e scematica e la navigazione tra i post è agevolata da combinazioni di tasti (anche se non capisco come hanno deciso di legare una determinata lettera alla relativa funzione), ma alcune funzioni sono nascoste e bisogna fare un po’ di pratica prima di venirne a capo.

Per ora l’aggiornamento del contenuto dei Feed avviene manualmente con l’apposito pulsante, mentre è automatica al primo login. Insolito che la lettura di un post non lo marchi subito come “già letto”.

Questa la prima impressione personale, ma nei prossimi giorni continuerò ad utilizzarlo e se necessario aggiornerò questo post.

Update 04/11/05 – Qualche mini bug:
– il nome dell’autore del post e la data sono attaccate (manca lo spazio)
– una volta finito di leggere i nuovi post vengono tutti marcati come già letti, ma facendo il refresh tramite l’apposito link, tali post vengono rimarcati come da leggere
– durante la procedura di inserimento di un nuovo feed, viene mostrata l’anteprima e richiesta conferma della sottoscrizione, ma subito dopo non è presente nell’elenco delle iscrizioni né non compaiono i post relativi

1 2 3  Torna su