wind

Live blogging dal top-IX: Wind

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Direttore strategie Wind. Com’è cresciuta Wind e Orascom (quest’ultima da 9 milioni di clienti a 50 milioni di clienti in 2 anni ed è il primo cliente mondiale di Alcatel). Grande interesse per lo sviluppo del web su dispositivi mobile. Questa azienda ha rapidità di apprendimento sui nuovi strumenti e di innovazione. Orascom opera in molti paesi, ad esempio in Bangladesh (uno dei più poveri paesi del mondo), dove hanno verificato che un cellulare veniva acquistato da un gruppo di persone, a volte interi villaggi, ed usato in comune; tramite queste informazioni “sul campo” si può arrivare a definire nuovi servizi in base alle vere esigenze. Libero video è superiore a quella di YouTube, in Italia: il servizio è partito l’8 maggio (130 upload di video al giorno e 3000 visualizzazioni), il 30 agosto successivo (3700 upload al giorno e 5,8 milioni di visualizzazioni quotidiane), anche in questo caso è stato importante capire subito dove si muovono i trend ed attivarsi velocemente. Parla della regola dei social media, riscontrabile anche sul portale Libero video: 1 crea il contenuto, 10 interagiscono (es. commenti), 89 si limitano a fruirne. L’infrastruttura di rete attuale non è in grado di sopportare la crescita attuale dei contenuti e della loro fruizione. Infatti molti operatori stanno lavorando per accrescere sui vari dispositivi le capacità di storage, es. telefonini. Web 2.0: applicazioni già create iniziano a parlarsi tra loro. Web 3.0: le applicazioni non necessiteranno di operazioni da parte nostra, ma si intersecheranno da sole per produrre risultati e contenuti interessanti per l’utente. Come evolverà? Il web è la forza chiave che deciderà i settori su cui operare, secondo Wind il web ha 5 livelli: ricerca e posta elettronica, mobile/wireless web (“accesso nomadico” al web), entertainment web, machine to machine communication, personal web (personal bubble, cioé un web autoconfigurante in base alla nostra presenza ed alle nostre azioni). Probabilmente la vera sfida sarà la capacità di leggere i contenuti in maniera intelligente ed utile (e questo lo diceva anche il mio mitico prof di informatica: “la giusta quantità di informazioni sono informazione, troppe informazioni sono rumore”). La partita con Google, MSN, etc non è persa e Wind/Libero non può pensare di partire già battuto, ma ci sono due elementi cruciali: dialogare bene con la comunità finanziaria, fare massa critica. Innovazione non è fatta più nelle imprese, ma nelle reti di individui. Le applicazioni per il consumer market si diffonde molto più velocemente rispetto a quelle dedicate/dirette alle imprese.

Interessante questo intervento e ottima la comunicazione (no slide) del direttore Francesco Deleo.

 Torna su