La tecnologia è difficile!

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Per quanto mi sforzi di credere il contrario… beh, non c’è niente da fare: la tecnologia non è per nulla semplice o naturale. E me ne sono reso conto davvero solo qualche giorno fa, quando mio padre mi ha chiesto di fargli qualche lezione su come si utilizza il web.

Bene, partiamo dal presupposto che in casa mia si è sempre parlato di tecnologia ed internet. Non dico che ci sia competenza, quantomeno molti termini sono conosciuti e più o meno associati a qualcosa di vicino alla realtà (chat, mail, blog, palmare, webcam, etc). Tempo fa c’era stato un timido avvicinamento a cartelle, sistemi operativi e robaccia del genere, poi abbandonato per mancanza di tempo e scarsa applicazione del discente. Insomma, ci riproviamo, questa volta andando sul concreto e senza la minima nozione di base (ovvero si naviga senza sapere come si salva un file né cosa sia o a cosa serva). 😀

Vengo al dunque: abbiamo visto come si accende il PC e quali sono le 2-3 cose da fare per connettersi, poi come “aprire” internet e infine come raggiungere un sito o cercarlo.

Avete mai spiegato una cosa del genere a qualcuno che non ha mai avuto a che fare con un computer? E avete provato ad analizzare il suo comportamento e dar peso alle sue domande? Voglio dire, dopo il primo impeto di risata un minimo di ragionamento ci sta.

Ad esempio le barre di scorrimento. Per mio papà è stato naturale accedere alla parte inferiore della pagina (quella non visibile) facendo scorrere la barra di destra verso l’alto, mentre tutti noi sappiamo che bisogna scorrerla verso il basso. Idem con la rotellina del mouse. Forse dovuto al background della macchina da scrivere, ma questo è stato il suo primo impulso.

Oppure i link. Qualsiasi cosa che fosse minimamente formattato veniva interpretato come un link: dal testo colorato al grassetto, passando per il corsivo e le immagini. Poi siamo arrivati alla questione della “manina”, con le minime dovute eccezioni. Ed ecco la domanda retorica: ma non bastavano solo due possibilità? Principiante! 😛

Infine i motori di ricerca. Prima di tutto è complicato comprendere che inserendo due parole come chiave di ricerca si possano ottenere risultati in cui queste siano distanti tra loro nel testo (cercando “ciao peppe” voleva trovare “ciao peppe” e non “ciao questo è peppe”, mica una richiesta da niente!). Senza contare che si aspettava che il motore rispondesse alle sue domande, chiaramente espresse tramite la sintassi umana ed in lingua italiana. Ok, magari il mio papino è un caso estremo – le terminava con il punto di domanda!! – però è questa la direzione che stanno prendendo i motori di ricerca.

Sapete cosa stavo pensando? Credo che ne giro di qualche mese, se continuerà ad usare internet, diventerà il mio tester di fiducia: ho intenzione di studiare i suoi comportamenti in relazione alle modifiche di un sito, ad esempio il blog. Sarebbe interessante riuscire a raccogliere un gruppo di principianti del web e studiare la maniera in cui utilizzano le funzionalità, si spostano tra le pagine, effettuano ricerche e così via.

Qualcun altro è alle prese con un elemento simile? 🙂

9 commenti per La tecnologia è difficile!
  1. SimoneRodriguez Rispondi

    Ho avuto un’esperienza simile con i miei genitori: a distanza di un paio di mesi hanno ancora seri problemi con il “doppio click”… proprio non gli viene.

  2. mago28 Rispondi

    Non ti lamentare i miei di genitori sono ancora convinti che io accenda il computer e prelevo soldi da conti correnti svizzeri…non prima però di aver fatto un giretto sugli archivi dell’FBI!
    ghghgh

  3. Mafaldaaaa Rispondi

    secondo me un teste come tuo papà non è rilevante…è troppo principiante. Rischi che, modificando il blog per “loro” lo rendi poco accessibile a chi è più “esperto”, come è la stragrande maggioranza di persone che visitano il blog…no?

  4. Marlenek Rispondi

    mafalda: io veramente non voglio modificare il blog per loro… maaa… che faccio?!?! Ti rispondo tramite i commenti?! Aspetta che vengo lì al divano per dirtelo! : - D

  5. mafaldaaaa Rispondi

    senti, carissimo marito! sei mica tu quello che mi scrive una mail per cosa cucinare la sera o cosa fare nel week end?
    hihi

  6. Marlenek Rispondi

    Chi?! Iooo? : - D

  7. Sarah Rispondi

    utilizzo questo spazio per comunicare che nel forum, sezione off topic, c’è una serie di post di un un bagherozzo. Pregasi qualche mod di eliminare. Grazie.

  8. Marlenek Rispondi

    Sarah: grazie, vediamo con i moderatori se si può fare qualcosa

  9. Silgmaris Rispondi

    Ho una famiglia che mi fa da tester per il mio dblog; è divertente perché c’è tutta una grande varietà di conoscenze (e ignoranze) che mi ha aiutato parecchio. E’ stata dura spiegare perché si deve mettere la password in un determinato posto, che i link non sono tutti nello stesso posto perché hanno motivi diversi di esistere… in effetti se si volesse analizzare anche una semplice pagina web c’è un po’ di tutto. Un navigatore poco esperto è spesso portato a partire da un punto (A), cercare un secondo punto (B) ma spesso arriva i tutti gli altri punti possibili senza mai trovare quello che cercava (E’ provato.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato. Inserisci il tuo nome, la tua mail e il commento.