Lavorare sul codice di terzi

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Sicuramente vi sarà capitato di mettere mano ad un lavoro iniziato da altre persone. Vengono i brividi al solo pensiero, eh? Comprensibile: di solito è una delle attività più noiose e complesse che possano capitare, specie se di mezzo ci sono problemi da risolvere e manutenzioni da effettuare.

In questi casi succede spesso che l’azienda che ha curato il progetto fino a questo momento abbia deciso di trasferire la sua sede alle Cayman o che il referente risulti in qualche modo irraggiungibile. Bisogna mettersi il cuore in pace ed iniziare i lavori senza alcuna documentazione e senza il minimo supporto. Insomma un bel problema, dato che il sito fa’ parte delle attività core, almeno nel nostro esempio.

A questo punto si aprono più strade:

  1. sviluppare il tutto ex-novo offrendo al cliente garanzie e documentazione per il futuro (costo a progetto e tempi lunghi)
  2. studiare superficialmente quanto disponibile e risolvere solo i problemi contingenti (costo a ore e tempi brevi)
  3. studiare il materiale in maniera approfondita e apportare anche revisioni profonde, dove necessario (costo mix e tempi medi)

Di norma preferisco fare un minimo di analisi e proporre tutti gli scenari mettendo in rilievo costi/benefici di ognuno, provo a vestire i panni del cliente e gli spiego cosa sceglierei al posto suo e perché, infine gli chiedo di prendersi il giusto tempo per pensare/scegliere e fisso un incontro.

Voi come agite: spingete verso una scelta (quella oggettivamente migliore per la vostra esperienza o quella migliore per il contesto) oppure fornite al cliente tutti gli strumenti per scegliere e poi aspettate? E che riscontri avete?

10 commenti per Lavorare sul codice di terzi
  1. Wodka40 Rispondi

    dipende dalla “leva” che in quel momento hai:
    Se sei introdotto bene e godi presso QUEL cliente di buona fama puoi arrischiarti a dire “gliè tutto da rifare” e proporre una riscrittura totale come soluzione migliore(per le tue tasche)
    Altrimenti ci devi andare cauto!
    Non è mai bello far passare il cliente da coglione che ha buttato i suoi soldi per un sw che non và (anche se è l’assoluta verità)!..se si irrigidisce addio al lavoro!
    Va trovato l’equilibrio…per questo esistono i rappresentanti alias commerciali alias figlidiputcongrandfacciaditollachevenderebberosantiniancheabinladen
    …o no? ; - )

  2. Wodka40 Rispondi

    piccolo “nanetto”:
    Una nota swhouse locale è andata avanti per molti anni a vendere sw gestionali a tutte le industrie tessili (e a Prato ce ne sono!!!)
    Compravi a prezzo “equo” il pacchetto base, che però poi appena il fabbrisogno cresceva aveva bisogno dell'”espansione A”,e poi di quella “B”,e poi di quella “c”..
    Insomma firmavi per 100 e ti ritrovavi a pagare “1000”. Siccome non tutti sono beoti, i titolari si incazzavano e smettevano di pagare. Il commerciale telefonava, lo andava a trovare e si accordavano SEMPRE o per una riduzione del costo del 10% o dello spostamento delle “tratte” di 30 gg.
    Va da se che appena il commerciale è invecchiato e s’è stufato di litigare dalla mattina lla sera…l’azienda sia in costante declino!
    Il programmatore faccia il programmatore…e lasci ad altri il “lavoro sporco”! : - )

  3. Tambu Rispondi

    mi capita spesso: giusto venerdì ho aperto un file php da delirio puro e l’ho chiuso rinunciando! per ottenere una sequenza di lettere e numeri casuali si partiva dalla generazione di un numero random, poi ridotto a due cifre e poi c’era uno switch di 21+10 (a,b…z,0-9) elementi.

    Gliera tutto da rifare 🙂

  4. marlenekk Rispondi

    wodka: preferisco spiegare la situazione per come la vedo io e poi suggerire una strada, però lasciar scegliere a lui. però ero curioso di sapere le esperienze di altri che invece magari optano per strade come quella di cui parlavi tu, hai mai provato? com’è andata?

    tambu: mal comune, mezzo gaudio, no? : - )

  5. Wodka40 Rispondi

    Ho seguito le pratiche per la privacy di una tv locale…ho fatto tutto e ho riscosso! Dopo un anno cambia il direttore e mi chiamano…non avevano firmato nulla, emesso nessuna informativa…niente di niente! Mi ha tenuto 1 ora a parlare del vecchio direttore…e ancora aspetto una telefonata! BUCA! : - (

    Ho strappato un contratto di assistenza ad un cliente usando l’amicizia con il loro commercialista: il programma è avviato…non ne avrebbe bisogno! La mia famiglia invece ha bisogno di cibi e vestiti! Chi non risica …non rosica : - )

    Sono malpagato come tutor di informatica per corsi serali di 60 ore fatti a pensionati, disoccupati, studenti…tutti inculati a 1750 euro a botta! io non ne vedo la metà! SOSPIRO ;-(

  6. marlenekk Rispondi

    wodka: capisco il tuo discorso, ma non lo condivido. penso che tu debba cercare clienti che abbiano davvero bisogno di quello che tu offri e che lo percepiscano come valore. spero che gli studenti di questo corso, ad esempio, abbiano scelto di iscriversi perché pensano di poter ottenere una formazione che per loro vale quella cifra… perché dici “inculati”?

  7. Wodka40 Rispondi

    “Trovare clienti che abbiano bisogno davvero di quello che offri” se lo può permettere un unica figura professionale…ed è il prete! E probabilmente la maggioranza di noi non crede sia un lavoro!

    Il discorso sarebbe estremamente lungo per i soli 1000 caratteri di un reply: non posso dimostrare (provarci) ne argomentare!

    In estrema sintesi: tutti noi forniamo un valore a quello che offriamo. Quasi sempre i nostri parametri non sono quelli percepiti dagli altri.Il denaro è comodo perchè è una scorciatoia per “misurare” attività, lavori, persone.
    Seguendo il tuo discorso potrei controbatterti: visto che parecchi di noi hanno aggiunto valore a dblog…perchè non lo rendi freeware o levi la clausola del link al tuo sito?
    Detto così suona male…appena ne ho tempo scrivo la replica sul mio blog e link qui la risposta!

  8. Wodka40 Rispondi

    Replica-bis
    Corso Tecnico Hardware e Installazione Reti
    1750 euro 60 ORE
    Io sono solo il tutor malpagato.
    2 sere a settimana 19.30 – 21.30
    4 allievi…totalmente digiuni di tutto!
    W= VA è arabo antico!

    Libri forniti: materiale autoprodotto dalla scuola che si ferma al pentium3…una bella sezione sull’overclok (???).
    Ho preso di mia spontanea volontà un po di articoli sul web e stampati. CPU nuove..architettura…etc…in pratica ho rifatto io un libro!
    Hardware? un vecchio p3 800Mhz come “laboratorio”!
    Reti? stasera mi son incazzato ho comprato un po di connRJ43 e un tester di rete: siamo stati a fare “cavi”.
    Ho fatto un ripasso
    un alimentatore da 1000W su un uscita di 20V quanti Ampere teorici eroga?
    Siamo a 16 ore…è ancora lunga!

    E’ chiaro adesso il concetto di “inculata”?
    Io per 1750 Euro pretenderei anche meno ore…ma una cosa valida…non una presa in giro! Pentium3???

  9. Wodka40 Rispondi

    Replica -ter

    Faccio un corso online per classi di max due allievi
    2 ore….online….

    Installazione
    Configurazione
    Personalizzazione Dblog

    Costo 25 Euro a persona…pagabili anche in generi di conforto!

    Diffondete please!

  10. marlenekk Rispondi

    wodka: 40 : - )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato. Inserisci il tuo nome, la tua mail e il commento.