Facebook? Un covo di cioccolatai. Anzi, gelatai!

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Hai conferma che un fenomeno è diventato davvero di massa quando in un paesino della Valle d’Aosta trovi sulla porta di una pasticceria-gelateria questo cartello:

Cartello di invito ad iscriversi al gruppo della pasticceria, su Facebook

Mi sarebbe piaciuto sentire il parere di [mini]marketing a riguardo, in fondo questa foto sembra tratta dal suo “Il marketing insegnato (d)ai negozianti“.

I biscotti secchi ed il gelato, poi, sono buoni. 😀

11 commenti per Facebook? Un covo di cioccolatai. Anzi, gelatai!
  1. SimoSerpe Rispondi

    Ma almeno ti sei iscritto al gruppo? 🙂

  2. M Rispondi

    quella gelateria e’ vicino a casa mia.
    il gelato fa schifo.
    alla faccia di facebook.

  3. marlenekk Rispondi

    SimoSerpe: naaah, però sto pensando di fondare il gruppo “Quelli che… fotografano i cartelli dei negozianti” : - P

    M: ma no dai il gelato non è male

  4. M Rispondi

    Caro Marlenek,
    sei gia’ passato da “buono” a “non e’ male”. : - )
    Se ci pensi bene, potresti ancora ravvederti ulteriormente.
    A 2 km da quella piazzetta, c’e’ un’altra gelateria migliore. Se serve l’indirizzo scrivimi.
    Ciao

  5. marlenekk Rispondi

    M: urca a saperlo prima… ci sono capitato per caso a dire il vero, ero di passaggio da Pont perché ho alloggiato in un paesino nella valle più avanti.

  6. M Rispondi

    Marlenekk: Il gelato migliore da queste parti e’ a Carema (il primo paese del Piemonte, appena fuori Pont-Saint-Martin), all’uscita del paese in direzione Torino, si chiama Fantasy… universalmente conosciuto come “Chino”.
    Invece IL miglior gelato sulla faccia della terra, e sfido chiunque a smentirmi, si trova a Ivrea, nella piazza sotto l’Ospedale, nel cosiddetto “chiosco”, per meglio dire “Number One”.
    Fammi sapere se ci passi.
    ciao

  7. marlenekk Rispondi

    M: la prossima volta che torno a Lilliannes (e ci tornerò!) lo provo. Sul miglior gelato della terra… beh, ho i miei dubbi ; - )

  8. mauro Rispondi

    Ma per favore…! entrambe le proprietarie sono delle cialtrone, in quanto quella di Pont Sain Martin afferma di usare la frutta nel gelato, quella di Carema afferma di usare la frutta sia nel gelato che nelle granite e addirittura usa anche il pistascchio del Piemonte. Mio Dio il pistacchio cresce pure in Piemonte! Bugiarde, bugiarde, bugiarde. A Carema andavo spesso a prendere la granita, un giorno chiesi se la facevano fresca ogni giorno e mi sentii rispondere dalla proprietaria: “uff! quando non la consumo (la granita) butto chili chili chili e chili di fragole e pesche, uff…!”. Ma deficente, a chi ti credi di prendere in giro, il gelato sarà buono, ma è pieno di zucchero e conservanti.

  9. mauro Rispondi

    ho fatto una ricerca approfondita su come si prepara il gelato e ho scoperto che si può anche mettere la frutta fresca oltre alle paste apposite, quindi mi scuso per la mia ignoranza. Credo però che nelle granite costerebbe troppo usare solo la frutta e poi il gusto cambierebbe spesso.

  10. mauro Rispondi

    Ho scambiato fischio per fiasco, le gelaterie a cui mi riferivo nel precedente commento, non si trovano ne a Pont Saint Martin ne a Carema, ma in zone limitrofe. Il gelato del Fantasy di Carema lo conosco ed è il migliore, è più buono del number one d’ivrea.

  11. ffiu Rispondi

    ..ciao, ma cosa dite! la gelateria a pont st martin è una delle migliori che io abbia mai provato, invece carema è una delle tante mediocri, con un gelato “finto” pieno di coloranti ed emulsionanti.. poco naturale.. per la cronaca sia il gelato che le granite possono essere fatte con la frutta fresca..e soprattutto per il gelato e sintomo di alta qualità del prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato. Inserisci il tuo nome, la tua mail e il commento.