Link bait: tecniche per ottenere link naturali

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Fare in modo che il proprio sito ottenga un buon numero di link in ingresso è un mantra SEO da sempre, ma è altrettanto importante che questi link siano di buona qualità e sopratutto “naturali”, cioé inseriti/donati spontaneamente.

Purtroppo però i link naturali costano tempo e fatica, così negli anni si è sviluppata la tecnica alternativa dell’acquisto di link da terzi, magari con un buon PR. Questo tipo di attività viene considerato negativamente dai motori – che lo identificano come spam – penalizzando di conseguenza il posizionamento del sito nella SERP.

Vi farò pescatori di… link

Occorre quindi scegliere la strada in salita, rimboccarsi le maniche e lavorare alla produzione di contenuti così interessanti da agevolare la discussione, le citazioni e la segnalazione a terzi.

Ma quali sono le modalità? E sopratutto quale si adatta meglio ad ognuno di noi? Per rispondere a queste domande ci viene in aiuto uno schemino di Search Engile Land che ho scoperto via TagliaBlog, eccolo:

Le esche per... i link! Tecniche per ottenere link naturali verso il proprio sito (SEO)

Insomma questa immagine dice che l’unico vero metodo per ricevere link da altri siti/blog è quello di produrre contenuti di qualità e interessanti, che abbiano una o più delle caratteristiche mostrate nel grafico:

  • Attacco (attack)
    Generare una discussione partendo dall’attacco verso qualcuno/qualcosa o sfruttando un tema “caldo”.
  • Umorismo (humor)
    Generare interesse in maniera virale, sfruttando il materiale che le persone hanno piacere ad inoltrare agli amici come foto divertenti, video virali, etc.
  • Diversità (contrary)
    Illustrare il proprio parere quando è diverso da quello di persone famose o dall’opinione pubblica.
  • Risorsa (resource)
    Creare e distribuire software o materiale di utilità.
  • Incentivo (incentive)
    Generare link sfruttando l’interazione come la partecipazione a concorsi, sondaggi con diffusione dei risultati, etc.
  • Novità (news)
    Aumentare il numero di lettori e interessati scrivendo articoli di buona qualità i cui temi non siano stati trattati con frequenza da altri.
  • Personalità (ego)
    Aumentare l’interesse verso il proprio contenuto scrivendo di particolari privati e personali riguardanti sè stessi.

Io mi ritrovo in alcuni di questi, e voi? O ne conoscete altri?

3 commenti per Link bait: tecniche per ottenere link naturali
  1. jqjo Rispondi

    Articolo interessante, l’unica cosa che non condivido in pieno riguarda i sondaggi… per avere sondaggi di successo devi avere già un buon numero di utenti, altrimenti rischi che il sondaggio stesso sia un modo per far screditarti da solo…

  2. marlenekk Rispondi

    jqjo: beh qui si intende più che altro il report dei risultati, ovvero l’analisi basata sui dati… la logica è sempre quella del contenuto unico e interessante che viene ripreso e linkato altrove.

  3. extraprezzo Rispondi

    Ciao,
    Complimenti per l’articolo, io credo che ottenere link spontanei sia sempre più difficile, sono d’accordo con lo skema di link bait, ma combinare un insieme di queste cose è quasi impossibile, la favola dell aziendina che si è. Guadagnata da vivere online è una bufala ora ci sono le multinazionali che investono e creano link spontanei utilizzando canali differenti di marketing.
    La legge del pesce più grosso vale anche in rete, lo so è difficile da Accettare ma è cosi,
    Ciauz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato. Inserisci il tuo nome, la tua mail e il commento.